Medico segue le linee-guida: va assolto in caso di colpa lieve da imperizia

L’esercente la professione sanitaria risponde, a titolo di colpa, per morte o lesioni personali derivanti dall’esercizio dell’attività medico-chirurgica:

a) se l’evento si è verificato per colpa (anche lieve) da negligenza o imprudenza;

b) se l’evento si è verificato per colpa (anche lieve) da imperizia quando il caso concreto non è regolato dalle raccomandazioni delle linee-guida o dalle buone pratiche clinico-assistenziali;

c) se l’evento si è verificato per colpa (anche lieve) da imperizia nella individuazione e nella scelta delle linee-guida o di buone pratiche clinico-assistenziali non adeguate alla specificità del caso concreto;

d) se l’evento si è verificato per colpa grave da imperizia nell’esecuzione di raccomandazioni di linee-guida o buone pratiche clinico-assistenziali adeguate, tenendo conto del grado di rischio da gestire e delle speciali difficoltà dell’atto medico.

La Suprema Corte fa buon uso dei principi di cui alla novella 24/2017, risultando escluso che l’errore non punibile possa riguardare la selezione da parte del medico delle buone pratiche da applicare al caso concreto; l’applicazione della causa di non punibilità di cui all’art. 590-sexies c.p., riguarda la fase di attuazione delle linee guida, escludendo la responsabilità del medico che, per colpa sotto forma di imperizia, si sia discostato dagli standard in maniera solo marginale.

Cassazione penale, SS.UU., sentenza 22/02/2018 n° 8770 http://www.altalex.com/documents/news/2018/02/23/colpa-medica

Avvocato Andrea F. Scaccabarozzi – avvocato Brugherio, Monza , Milano – consulenza responsabilità sanitaria penale e civile.

Annunci

Cessazione di efficacia (per decorso di termine) del pignoramento immobiliare

 

Il termine di efficacia del pignoramento immobiliare decorre dal perfezionamento della sua notifica, senza che possa operare il principio della scissione degli effetti della notificazione per il notificante e per il destinatario dell’atto, dovendosi considerare per entrambe le parti l’epoca di perfezionamento della notificazione dell’atto nei confronti del destinatario (Cass. Civ. n. 18758/2017

Avvocato Andrea F. Scaccabarozzi – Avvocato Monza, Brugherio, Milano – consulenza procedure esecutive immobiliari

Assegno divorzile escluso se accordi di separazione hanno già riequilibrato

http://www.altalex.com/documents/news/2015/04/15/no-all-assegno-di-divorzio-in-favore-della-moglie-se-con-la-separazione-e-stata-messa-in-condizioni-di-essere-autonoma-e-indipendente

Avvocato Andrea F. Scaccabarozzi – Avvocato Brugherio – Monza – Milano – consulenza in diritto di famiglia – separazioni e divorzi.