L’appaltatore che agisce per il pagamento del corrispettivo deve provare l’esatto compimento dell’opera

Per la Cassazione (ordinanza 4 gennaio 2019, n. 98), nel caso in cui si versi in una situazione di inadempimento contrattuale di appalto, l’appaltatore che agisce in giudizio per ottenere il pagamento del corrispettivo deve provare l’esatto adempimento della propria obbligazione, nel momento in cui il committente eccepisca l’inadempimento.

Avv. Andrea F. Scaccabarozzi – Avvocato Brugherio Monza Milano – contratti

Responsabilità medica. Il danno morale va sempre provato: nessuna automaticità parametrata al danno biologico

Il giudice non può limitarsi a liquidare la componente del danno morale, cumulativamente al danno biologico, attraverso l’applicazione automatica di una quota proporzionale del valore di detto ultimo danno, ma deve preliminarmente verificare se e come la sofferenza soggettiva derivante dalla lesione alla salute subita sia stata allegata e provata dal danneggiato, provvedendo, solo in caso positivo, ad adeguare la misura del danno non patrimoniale ed indicando il criterio di “personalizzazione” adottato. Tribunale di Rieti sentenza del 9 novembre 2018.

Avvocato Andrea Fabio Scaccabarozzi – responsabilità medica – Avvocato Brugherio – Monza – Milano.