L’immobile donato in nuda proprietà torna a valore pieno per il calcolo della legittima

Qualora un bene sia donato per il solo diritto di nuda proprietà, con riserva dell’usufrutto in capo al donante, quando si tratta di effettuare i calcoli per verificare se la donazione abbia leso la quota di legittima spettante agli eredi del donante, il bene oggetto di donazione deve essere considerato per il suo intero valore (al momento di apertura della successione e cioè alla data in cui il donante muore) e non per il solo valore della nuda proprietà.

È quanto deciso dalla Cassazione nella sentenza n. 14747 del 19 luglio 2016.

http://www.quotidianodiritto.ilsole24ore.com/art/civile/2016-07-20/l-immobile-donato-nuda-proprieta-torna-valore-pieno-204556.php?uuid=ADHkllv Avvocato Brugherio – Avvocato Andrea Scaccabarozzi consulenza famiglia e successioni